Leggi le nostre indicazioni per scoprire come arrivare al Giardino di Boboli di Firenze (e qualche consiglio utile per la tua visita)

tickets banner

Nel meraviglioso museo a cielo aperto che è il centro storico di Firenze esistono alcune tappe imprescindibili, come Palazzo Strozzi, il duomo di Santa Maria del Fiore con la Cupola del Brunelleschi e ovviamente il museo degli Uffizi. Ma se oltre ad amare l'arte adori rigenerarti negli spazi verdi e sorprenderti alla vista di alberi e fiori, allora non puoi non pianificare una visita al Giardino di Boboli per il tuo soggiorno in città, per una passeggiata unica nel suo genere nel cuore del Rinascimento. 

Qui ti spiegheremo come arrivare al Giardino di Boboli senza difficoltà, partendo dai punti d'interesse più frequentati di Firenze, e condivideremo con te alcune informazioni utili per la tua visita. 

Prima di spiegarti come arrivare al Giardino di Boboli, desideriamo fare una breve ma doverosa presentazione di questo luogo straordinario voluto fortemente dai Medici.

Quest'oasi di verde nel bel mezzo di Firenze viene progettata dal celebre architetto Niccolò Tribolo nel XVI secolo per diventare giardino granducale alle spalle di Palazzo Pitti, di cui ne arricchisce e completa idealmente la struttura. Successivamente, vennero aggiunti elementi architettonici e naturalistici, dalle sculture alle fontane, dalle porzioni di orti e giardini ai vari padiglioni, come la Limonaia e il Kaffeehaus, uno dei pochissimi esempi di stile Rococò toscano.

Questo incantevole esempio di giardino monumentale all'italiana è poi divenuto un esempio che molte altre corti europee hanno tentato di imitare ed è oggi un prezioso connubio di arte e natura. Le specie di piante qui presenti comprendono varie specie di agrumi e di rose, anemoni, ibiscus, gelsomini, orchidee e, nei mesi di aprile e maggio, splendide camelie, il cui angolo dedicato è stato recentemente restaurato per la gioia dei visitatori. Da qui, infine, è possibile lasciarsi incantare dal più bel panorama di Firenze.

Raggiungere il Giardino di Boboli, che è situato in piazza de' Pitti è davvero molto semplice, con una corsa di pochi minuti con i mezzi pubblici, ma anche in bicicletta o a piedi, specialmente nella bella stagione: ecco come fare a partire da alcuni dei punti d'interesse più frequentati di Firenze.

Come arrivare dalla stazione Santa Maria Novella

Come arrivare al Giardino di Boboli da Santa Maria Novella

La stazione centrale di Firenze si trova nei pressi di Santa Maria Novella, da cui prende il nome, ed è la prima tappa importante da considerare quando si arriva in città. Da qui partono le linee di autobus C4, 11 e 131, che in soli 15 minuti ti condurranno a pochi metri dall'ingresso del Giardino di Boboli, alle fermate Pitti, Calza Serragli e Porta Romana. Se invece preferisci spostarti a piedi, il percorso è di circa 1,5 km. 

La Basilica di Santa Croce, situata nell'omonima piazza, è uno degli edifici più noti di Firenze, un tesoro di architettura gotica dove sono sepolte alcune delle personalità più illustri del nostro paese – le “urne dei forti” di cui parlava Ugo Foscolo. La basilica dista dal Giardino di Boboli circa 1,2 km e può essere raggiunto con l'autobus C3, che in circa 5 minuti conduce alla fermata Borgo San Jacopo, a 350 metri dall'ingresso. In alternativa, potrai goderti una passeggiata di circa 15 minuti. 

Come arrivare da Santa Maria del Fiore

Come arrivare al Giardino di Boboli da Santa Maria del Fiore

Santa Maria del Fiore si staglia maestosa in piazza del Duomo con l'imponente cupola del Brunelleschi, dominando la città con la sua silhouette marmorea. Poco distante dalla stazione centrale, la basilica è davvero molto vicina al Giardino di Boboli: ti basterà una passeggiata di 15 minuti a piedi oppure un breve tragitto in bus, disponibile nelle vicinanze - il C4 conduce alla fermata Pitti.

Siamo sempre più vicini alla nostra meta! Se ti trovi alla Galleria degli Uffizi e dopo una lunga visita hai bisogno di una passeggiata nel verde, sappi che da qui il Giardino di Boboli è raggiungibile in poco meno di 10 minuti a piedi: dovrai solo attraversare l'Arno su Ponte Vecchio e proseguire dritto.

Come arrivare al Giardino di Boboli: qualche informazione per la visita

Come arrivare al Giardino di Boboli da Palazzo Pitti

Ora che sai come arrivare al Giardino di Boboli di Firenze dai luoghi di interesse della città, è il momento di sapere qualche informazione utile per la tua visita.

Il parco monumentale è aperto tutto l'anno (tranne il primo e ultimo lunedì del mese e il 25 dicembre) a partire dalle ore 8.15; la chiusura, invece, varia a seconda del periodo:

16.30 nei mesi di gennaio, febbraio, novembre, dicembre,

17.30 nel mese di marzo e ottobre,

18.30 nei mesi di marzo (con ora legale), aprile, maggio, settembre, ottobre (con ora legale), 19.10 nei mesi di giugno, luglio e agosto

L'ultimo accesso è consentito un'ora prima della chiusura.

E ora un paio di consigli: il primo, banalmente, è quello di acquistare in anticipo un ticket, per evitare attese e saltare la coda e godere dello spettacolo del giardino prima di tutti gli altri. Il secondo è quello di includere la visita al Giardino di Boboli in quella di Palazzo Pitti, che si trova proprio alle sue spalle, poiché ne rappresenta l'ideale prolungamento: visitali insieme, acquistando un vantaggioso pacchetto che preveda un'opzione combo di ingressi.

Le entrate sono ben tre: da Palazzo Pitti, per l'appunto, dal varco Annalena in via Romana e da quello di Forte di Belvedere.

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti