Alla ricerca di posti unici, naturali, selvaggi, remoti, poco turistici ma allo stesso tempo facilmente raggiungibili e stupefacenti? Scopri 8 sensazionali location italiane quasi del tutto sconosciute, e pianifica il tuo itinerario per il tuo prossimo viaggio.

Punta Aderci, Abruzzo

Sul magnifico tratto di litorale situato a nord di Vasto, in Abruzzo, troverai una delle spiagge più belle d'Italia: la spiaggia di Punta Aderci (o Punta d'Erce). Se siete alla ricerca di spiagge remote, immerse nella natura, poco turistiche e caratterizzate da una bellezza impareggiabile, non potete perdervi la spiaggia di Punta Aderci situata all’interno della Riserva Naturale Regionale omonima, un tesoro naturale racchiuso tra le città di Ortona e Vasto, in provincia di Chieti. La Riserva Naturale è definita come "guidata" data la presenza di percorsi percorribili a piedi o in bici. Nel caso vi trovaste nei pressi della zona, prendetevi una giornata per perdervi nella natura, tra l'azzurro del mare, il verde della flora e il dorato delle dune e dei sassi.

Lago di Pilato, Marche

Situato al confine tra la regione Abruzzo e la regione Umbria, un'interessante escursione da fare è sicuramente la scoperta del Lago di Pilato, un lago remoto tra i più belli d'Italia. Occorre munirsi di pazienza e forza per intraprendere un percorso di qualche ora alla scoperta del lago, nascosto dai Monti Sibillini all'interno dell'omonimo Parco Nazionale. Il percorso è sicuramente una grande sfida eccitante per gli amanti del trekking e della natura selvaggia, che potranno trovare il massimo splendore della zona nei periodi di fine primavera e inizio estate.

Apricale, Liguria

L'Italia è ricca di borghi in ogni regione, da nord a sud, ma uno dei borghi più remoti e meno conosciuti in tutto il paese è quello di Apricale, in provincia di Imperia, in Liguria. Il borgo ha origine nell'età del bronzo e si estende verticalmente su un'altura circondata da ulivi e immersa nel verde delle Alpi Marittime, ricoprendola completamente di deliziose abitazioni in pietra e residui storici. Il borgo non è solo interessante da visitare per la sua collocazione geografica remota e lontana dai grandi centri urbani, ma anche dal punto di vista storico e gastronomico, grazie alle bellezze architettoniche nel centro storico che conserva e l'oliva taggiasca che rappresenta una peculiarità indiscussa di Apricale e di tutta la zona circostante denominata "Strada dell'olio".

Isole di Alicudi e Filicudi, Sicilia

A nord ovest dallo Stretto di Messina e appartenente alla regione della Sicilia, troverai un arcipelago di isole di origini vulcaniche che prende il nome di Isole Eolie. L'arcipelago comprende 7 isole tra cui due vulcani attivi (Stromboli e Vulcano) e sono una destinazione turistica discretamente popolare. Tra le sette isole, le due più remote (data la loro collocazione geografica più ad ovest rispetto alle altre) sono l'isola Alicudi e l'isola Filicudi, destinazione imperdibile per chi cerca pace e relax totale. Date le loro dimensioni ridotte, è possibile visitarle interamente approfittando dei percorsi di trekking, alla scoperta della natura incontaminata di entrambe le isole a stretto contatto con il mare.

Gravina di Ginosa, Puglia

Appassionato di storia e villaggi rupestri? Gravina di Ginosa può fare al caso tuo. Raggiunta Ginosa, una località in provincia di Taranto, avrai la possibilità di visitare l'area naturale protetta delle Gravine: un patrimonio artistico e naturale che ospita all'interno di un canyon uno spettacolo architettonico immerso nelle grotte, che rappresenta nel panorama italiano una vera e propria unicità, un sito millenario in grado ancora di sbalordire i visitatori.

Faro di Giannutri, Toscana

L'isola di Giannutri è la più meridionale dell'arcipelago toscano, formato da sette isole tra cui anche la famosissima isola d'Elba. Oltre ad essere già un luogo remoto da visitare, poco turistico, immerso nella natura e di conseguenza in grado di regalare paesaggi di incredibile bellezza come spiagge cristalline, resti romani, piccoli boschi di macchia mediterranea e fondali da esplorare, sull'isola troverai un faro nella parte meridionale, dove la costa è più selvaggia: un vero e proprio percorso alla scoperta di luoghi sconosciuti che termina a strapiombo sul Mar Tirreno.

Eremo di San Colombano, Trentino-Alto Adige

Appartenente alla località di Trambileno e a pochi chilometri da Rovereto, l'eremo di San Colombano rientra sicuramente tra i luoghi più remoti da visitare in Italia. Forse il termine "remoto" è un eufemismo, dato che la costruzione sfida qualsiasi legge della fisica essendo incastonata nelle rocce, rendendola quasi fluttuante tra terra e cielo. La sua bellezza è raggiungibile dopo aver 102 gradini scavati nella roccia.

Dune di Piscinas, Sardegna

Visitare un deserto in Italia? È possibile. In Sardegna, lungo la Costa Verde, situata a nord di Carbonia e a sud di Oristano, troverai un deserto costiero che si estende per circa 7 chilometri. Ti sembrerà di visitare le coste mediterranee dell'Africa settentrionale, ma in realtà il luogo si trova in Sardegna ed è facilmente raggiungibile. Dopo una passeggiata nella zona desertica, non potrai fare a meno di tuffarti in uno dei mari più belli al mondo.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Unisciti alla Community più Esclusiva di Amanti dell'Italia nel Mondo