Che bella la filosofia, e quanto ci fa viaggiare! A proposito, se sei in Italia e sei amante della filosofia allora devi leggere questo articolo: un breve percorso da fare insieme a noi e che ti porterà a scoprire le meraviglie d’Italia e i luoghi della filosofia più simbolici e significativi. Un viaggio da fare insieme mentre tutto scorre…

Che bella la filosofia, e quanto ci fa viaggiare! A proposito, se sei in Italia e sei amante della filosofia allora devi leggere questo articolo: un breve percorso da fare insieme a noi e che ti porterà a scoprire le meraviglie d’Italia e i luoghi della filosofia più simbolici e significativi. Un viaggio da fare insieme mentre tutto scorre…

10. Agrigento e i luoghi di Empedocle

20211115155303agrigento2.jpg

La città di Agrigento e la Sicilia in generale sono dei luoghi cruciali nello sviluppo della filosofia classica in Italia e sono assolutamente da visitare. Da queste parti infatti nasce il filosofo greco Empedocle, un presocratico che fonde alcuni principi dei filosofi greci naturalisti, come la nascita del cosmo attraverso quattro elementi all’idea che odio e amore siano responsabili della fusione e della repulsione delle varie forze fisiche su questo pianeta.

Tracce di quel mondo greco mai veramente perduto le troviamo nel parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento, un sito tutto da scoprire che custodisce un patrimonio straordinario di civiltà e cultura filosofica.

9. La scuola Pitagorica di Crotone

20211115155509scuola di pitagora.jpg

Alla città di Crotone, nel sud Italia si lega il nome di una delle figure leggendarie della filosofia occidentale, ovvero Pitagora. Proprio qui il filosofo fondò una scuola a carattere aristocratico tra il politico e il religioso, che fu una tappa fondamentale per la storia di questa disciplina e che diede un enorme contributo anche alla matematica e all’anatomia. I resti di questo affascinante mondo greco sono oggi visibili in diversi siti della città, su tutti il museo Archeologico Nazionale di Crotone, che conserva, ordina e analizza una serie di reperti scoperti sul territorio. Di grande rilevanza anche il sito archeologico di Capo Colonna, che presenta alcuni resti del glorioso tempio di Hera Lacinia, di cui sopravvive ad oggi una grande colonna di ordine dorico, che da cui il parco prende il nome.

7. Una visita all’Istituto Italiano di Studi Filosofici di Napoli

20211115160218Napoli_-_Palazzo_Serra_di_Cassano_(ingresso) 1.jpg

L'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici è una vera e propria eccellenza del territorio campano e napoletano. Essa è un'accademia scientifica privata con sede nel Palazzo Serra di Cassano, costruito sulla collina di Pizzofalcone nel XVIII secolo e che oggi è sede di manifestazioni culturali, mostre, e alta formazione specialistica. Un luogo che conserva inoltre una ricchissima biblioteca di oltre 300mila volumi costituita in decenni di lavoro dall’avvocato e filosofo napoletano, Gerardo Marotta. Una visita a questa perla semisconosciuta di Napoli è un regalo che ti dovresti fare se ami la filosofia.

8. Gli scavi di Velia e la scuola Eleatica

20211115160426velia.jpg

Molto famosa e studiata nelle classi italiane, la scuola filosofica di Elea, colonia greca a sud di Napoli e Salerno oggi conosciuta come Velia, nel comune di Ascea. Qui ha operato una delle personalità più enigmatiche della cultura greca, Parmenide.

Anche se le fonti sulla sua vita sono scarsissime, sappiamo che Parmenide era un filoso aristocratico, legislatore e scienziato. Universalmente considerato come l’inventore della logica, cioè di un metodo quasi scientifico che da quel momento in poi servì per affrontare i problemi quotidiani basandosi sulla ragione

Questa colonia greca dal sapore leggendario oggi è ancora visitabile, gli scavi infatti mostrano la città antica dove Parmenide nacque.

6. Torino, la città di cui Nietzsche si innamorò

20211115160637torino filosofia.jpg

Il civico 6 di via Carlo Alberto nel pieno di Torino è ormai un luogo di pellegrinaggio per tutti coloro che amano la filosofia. Proprio lì infatti vi era la residenza del celeberrimo Friedrich Nietzsche, a breve distanza da Palazzo Madama e dal teatro Regio. Proprio da quelle parti, il 3 gennaio 1889 l’autore di Così parlò Zarathustra ebbe la sua prima grande crisi di follia in pubblico, in Piazza Carignano quando vide un cavallo colpito dal suo cocchiere, preso dal panico abbracciò l'animale, pianse, e finì per baciarlo suscitando sgomento e ilarità. Nonostante questo episodio divenuto quasi una leggenda, Nietzsche era innamorato della città di Torino e lì vi scrisse L'Anticristo, Il crepuscolo degli idoli ed Ecce Homo. La targa in Via Carlo Alberto è l’abbraccio della città al filosofo del nichilismo e dell’oltreuomo.

5. Campo de’ Fiori a Roma

20211115161247campo dei fiori.jpg

Campo de’ Fiori è una celebra piazza di Roma, tristemente nota per essere il luogo in cui venivano applicate le pene capitali. In questa piazza fu condannato al rogo il filosofo e frate domenicano Giordano Bruno, colpevole di eresia. Una grande ingiustizia che però ancora oggi smuove le coscienze degli uomini e delle donne che antepongono verità e giustizia davanti a tutto. Alla fine dell’Ottocento fu realizzata una statua dedicata al filosofo, opera dello scultore Ettore Ferrari e fortemente voluta dagli intellettuali del tempo.

4. Giardino di Ipazia, Roma

Nata ad Alessandria d'Egitto, Ipazia fu una nobile e stimata filosofa del neoplatonismo, e si dedicò anche all’ astronomia e alla matematica. Completamente dedita alla conoscenza, sostenne idee contrarie alla cristianità e per questo fu uccisa ferocemente per ordine del vescovo Cirillo, dilaniata con cocci aguzzi e data alle fiamme. Proprio a lei è intitolato un giardino, in via Giorgio Morandi 69, nel quartiere periferico di Tor Sapienza a Roma: questo è tutt’altro che un luogo turistico ma è sicuramente simbolico avere nella capitale della cristianità un posto dedicato alla laicità e al pensiero libero.

3. Modena, Carpi e Sassuolo e il Festival della filosofia

20211115161420festival della filosofia.jpg

Modena, Carpi e Sassuolo sono città assolutamente da visitare se amate la filosofia. Qui infatti si tiene un festival straordinario che si svolge regolarmente dal 2001, sempre verso la metà di settembre e che è caratterizzato da lectio magistralis ma non solo, anche mostre, concerti, film che trattano temi che riguardano strettamente la filosofia. Ogni anno tutto ruota attorno ad un tema specifico e per il 2021 è stato scelto quello della “libertà”. Per la prossima edizione 2022 andrà in opera il tema “giustizia”

2. Casa Museo Machiavelli

20211115161828casa machiavelli.jpg

Niccolò Machiavelli fu uno dei più importanti filosofi di fine Quattrocento. Fu inoltre diplomatico e segretario della Repubblica fiorentina negli anni che vanno dal 1498 al 1512. E' sicuramente una delle figure più note ed interessanti del Rinascimento Italiano. Scrittore dall' animo colto, riservò i suoi interessi soprattutto agli aspetti politici del tempo, analizzati sempre in maniera profonda e acuta. A San Casciano in Val Pesa è oggi possibile visitare il luogo in cui scrisse la sua opera più famosa: il principe.

1. Casa di San Tommaso d’Aquino

20211115162238casa-natale-di-san-tommaso-aquino.jpg

Se ami la filosofia devi visitare il piccolo borgo medievale di Aquino, in provincia di Frosinone, nel Lazio. Tommaso fu un frate domenicano, tra i maggiori esponenti della “scolastica” medievale e vero punto d’incontro tra la filosofia classica e la cristianità. Qui potrai visitare la sua casa natale, in realtà un castello duecentesco che tradizionalmente si pensa sia il luogo natio o comunque d’infanzia del teologo e dottore della chiesa. L’intero borgo inoltre offre un fascino d’altri tempi, nella storia e in un territorio tutto da scoprire. Si chiude così un viaggio in un campo di studi immenso che indaga sul senso dell’essere e sulla condizione umana.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti